Otturazioni in amalgama - Dentista a Frosinone - Denti Più 0775 889009

Otturazioni in amalgama dell'Ambulatorio Odontoiatrico Denti Piu' di Frosinone FR fornisce servizi in tutte le branche dell‛odontoiatria, ed offre vari trattamenti, dai meno invasivi come la pulizia dei denti agli interventi di chirurgia complessa come la realizzazione di impianti dentali e carichi immediati eseguiti tramite il posizionamento di una protesi fissa su quattro impianti, a prezzi accessibili. Nel nostro Ambulatorio di Frosinone, avrai a tua disposizione il nostro Staff paramedico e un'equipe di dentisti altamente qualificati, coordinati dal Dott. Bruschi. L‛Ambulatorio Odontoiatrico Denti Piu' di Frosinone si trova presso Corso Lazio 17, scala B — 2 Piano, 03100 Frosinone. Prenota subito la tua visita compilando il form online o chiamando il 0775 889009. Operiamo nel settore odontoiatrico da 5 generazioni, fornendo soluzioni ad ogni esigenza. Ci occupiamo di Parodontologia, Implantologia, All on Four, Ortodonzia invisibile e tradizionale. Nel nostro centro una squadra altamente specializzata, composta da dentisti, igienisti, odontotecnici, assistenti alla poltrona e staff amministrativo, si prender cura dei tuoi denti, delle gengive e di tutti i tessuti che compongono la bocca. L'Ambulatorio Odontoiatrico Denti Piu' di Frosinone FR fornisce servizi in tutte le branche dellodontoiatria, ed offre vari trattamenti, dai meno invasivi come la pulizia dei denti agli interventi di chirurgia complessa come la realizzazione di impianti dentali e carichi immediati eseguiti tramite il posizionamento di una protesi fissa su quattro impianti, a prezzi accessibili. Nel nostro Ambulatorio di Frosinone, avrai a tua disposizione il nostro Staff paramedico e un'equipe di dentisti altamente qualificati, coordinati dal Dott. Bruschi. LAmbulatorio Odontoiatrico Denti Piu' di Frosinone si trova presso Corso Lazio 17, scala B 2 Piano, 03100 Frosinone. Prenota subito la tua visita compilando il form online o chiamando il 0775 889009. Operiamo nel settore odontoiatrico da 5 generazioni, fornendo soluzioni ad ogni esigenza. Ci occupiamo di Parodontologia, Implantologia, All on Four, Ortodonzia invisibile e tradizionale. Nel nostro centro una squadra altamente specializzata, composta da dentisti, igienisti, odontotecnici, assistenti alla poltrona e staff amministrativo, si prender cura dei tuoi denti, delle gengive e di tutti i tessuti che compongono la bocca.

 
OTTURAZIONI IN AMALGAMA D'ARGENTO
Mi devo preoccupare?
apri
 
 

Le otturazioni metalliche realizzate con un composto chiamato amalgama d’argento erano lo standard fino a pochi anni fa. Il temine «amalgama» indica genericamente la “fusione di elementi eterogenei o contrastanti in un’unica entità o in un effetto o funzione d’insieme”.
Le otturazioni con misture metalliche hanno origini antichissime. Se ne parla per la cura dell’Imperatore in Cina durante la dinastia Tang (ca. 600 DC).
Nel XIII secolo in Francia il padre della moderna odontoiatria Pierre Fauchard, realizzava otturazioni in piombo, sfruttando la sua grande malleabilità. Forse nasce da questo il termine piombatura. Le otturazioni in piombo, tuttavia, duravano poco. Il materiale fu rapidamente scartato quando si scoprì che è velenoso.

Lo sviluppo dell’amalgama d’argento moderna
Joseph Bell, un celebre chimico Britannico, sviluppò la prima amalgama d’argento nel 1819. Prese il nome di mastice di Bell.
Edward Crawcour e suo nipote Moses la introdussero nel continente nordamericano nel 1833, sotto nome di “Royal Mineral Succedaneum”.
I Crawcour, grazie a una efficace pubblicità, accumularono rapidamente una fortuna. Eseguirono otturazioni a moltissimi Americani (almeno metà della popolazione di New York). Incassarono circa 60.000 dollari, equivalenti a quasi due milioni odierni. Tuttavia, le otturazioni dei Crawcour erano poco affidabili a causa di una tecnica non attenta. Questo generò una pessima reputazione per l’amalgama d’argento.
I Crawcour furono costretti a fuggire (con il malloppo) quando dei dentisti Americani scoprirono che il composto conteneva mercurio. La American Society of Dental Surgeons dichiarò guerra all’uso dell’amalgama e chiese a tutti i membri d’impegnarsi a non usarla firmando un documento chiamato Amalgam Pledge. Coloro che si rifiutarono di firmare furono espulsi.
Nel 1896, G.V. Black condusse uno studio sistematico delle proprietà e della manipolazione appropriata dell’amalgama e della sua relazione con la preparazione della cavità. Da allora l’amalgama d’argento divenne progressivamente un materiale da restauro affidabile.

I dubbi sulla tossicità delle otturazioni in amalgama d’argento
Nel corso degli anni molti medici hanno sollevato dubbi sulla tossicità dell’amalgama d’argento, mettendo in dubbio le direttive ufficiali delle varie organizzazioni governative e sanitarie. In sostanza, le organizzazioni ufficiali consideravano ancora inattendibili gli studi scientifici emergenti sulla tossicità del materiali.
Nel mondo, alcuni importanti servizi giornalistici suscitarono grande clamore, portando il problema all’attenzione del grande pubblico. In Italia, il merito va in primis ad un famoso servizio di Report del 1997, seguito da una seconda puntata ancora più interessante. Anche Le Iene si sono spesso occupate dell’argomento.
Tutto questa mobilitazione dei media e dell’opinione pubblica ha spinto le istituzioni Europee a prendere provvedimenti contro l’amalgama d’argento come spiegato nel nostro precedente articolo.

La dimostrazione scientifica della tossicità delle otturazioni in amalgama d’argento
Le principali fonti di mercurio nell’uomo sono le amalgame dentali e la catena alimentare. Il costante rilascio di mercurio e la sua presenza nella saliva, nonché il consumo aggiuntivo di pesce e prodotti ittici contaminati, costituiscono un rischio grave per l’uomo. Sebbene gran parte del mercurio dannoso venga escreto, parte di esso viene accumulato e biotrasformato in composti organomercuriali (metilmercurio). Questi raggiungono il cervello, dove possono persistere per anni. Altri organi bersaglio sono i reni, le ghiandole esocrine, il fegato, il tratto gastrointestinale. A causa di tale esposizione acuta o cronica, molte condizioni patologiche sono state attribuite alla tossicità del mercurio.

Un recente studio autoptico, dimostra che gli individui con più di 12 otturazioni in amalgama hanno livelli di mercurio più di 10 volte superiori in diversi tessuti, incluso il cervello, rispetto agli individui con solo 0-3 otturazioni in amalgama. Inoltre, il livello medio di mercurio nel cervello dei cittadini dell’UE con più di 12 otturazioni in amalgama era di 300 ng (nanogrammi) per grammo di tessuto cerebrale, che è ben al di sopra dei livelli di mercurio che sono tossici in vitro sui neuroni (0,02 -36 ng Hg/g).

Il Morbo di Alzheimer e il caso Germania
Circa il 20% delle persone nella fascia di età di 20 anni, il 50% delle persone nella fascia di età di 50 anni e il 90% delle persone nella fascia di età di 85 anni che vivono in Germania mostrano alterazioni patologiche nel cervello che sono tipiche per Morbo di Alzheimer e tossicità da mercurio. Questa incidenza dei cambiamenti patologici cerebrali causati da livelli (molto bassi) di mercurio negli esperimenti è simile alla percentuale di Tedeschi con otturazioni in amalgama (circa l’80-90% negli anziani). Il 30-50% dei tedeschi di età superiore agli 85 anni ha il morbo di Alzheimer (AD) e ci sono molti indizi che il mercurio svolga il ruolo patogenetico principale nell’Alzheimer.

Le otturazioni in amalgama d’argento e la tossicità renale
Una recente revisione della letteratura scientifica disponibile, che raccoglie i dati di diversi studi randomizzati susseguitesi negli anni, dimostra la tossicità dell’amalgama sulla funzione renale. Questa problematica è particolarmente evidente nei bambini.
I risultati di questa revisione concordano con le raccomandazioni della Convenzione di Minamata adottate dalla World Dental Federation (FDI) nel 2018 secondo cui i restauri in amalgama non dovrebbero essere utilizzati per il trattamento della carie ove siano disponibili altri materiali da restauro adatti, soprattutto nei pazienti giovani.

L’amalgama d’argento e la gravidanza
Vista la tossicità cerebrale e renale, è del tutto evidente che fare (o rimuovere senza le dovute accortezze) otturazioni in amalgama in una donna in attesa è sconsigliato. Un recente studio scientifico mette addirittura in relazione la presenza di un numero elevato di ricostruzioni in amalgama nella gestante con la morte perinatale del nascituro.

 
chiudi
 
Insieme
siamo
più forti
 
Battista
Dr. Giovanni Battista
Bruschi
Ernesto
Dr. Ernesto
Bruschi
Francesca
Dr.ssa Francesca
Carlone
Massimiliano
Dr. Massimiliano
Agrestini
 
I NOSTRI PROFESSIONISTI
 
Più efficienti
 
Prenota qui la tua visita. Sarai presto ricontattato!
Nome e Cognome *
Mail *
Telefono *
Motivo della visita *
Gradirei essere ricontattato/a di

Le voci con l'asterisco * devono essere obbligatoriamente compilate.
Confidiamo nella sua gentile collaborazione.
I suoi dati verranno trattati da Odontologica Bruschi Srl in conformità con il GDPR 2016/679.
Non verranno in alcun modo forniti a terzi e verranno utilizzati esclusivamente per ricontattarla ai fini della prenotazione della visita.

 
 
 
 
 
Più vicini
Il tuo centro odontoiatrico di fiducia a Frosinone.
 
t:0.05 s:55009 v:000365
Denti più naturali
Indirizzo
Corso Lazio 17, scala B 2° Piano - 03100 Frosinone

P. Iva
15092531001
Direttore Sanitario
Dr. Ernesto Bruschi - Odontoiatra
Iscrizione all'Albo
n. 594 di Frosinone
Autorizzazione
n. 406946 del 15/06/20
Direzione Amministrativa
Dott.ssa Ilenia Fiacco - direzione@dentipiu.it
 
 
Denti più sani
 
Prenota Dentista
0775 889009
Chiama e prenota la tua visita
Orario Dentista
LUN-VEN
10:00 - 18:00
Whatsapp
Mappa
E-Mail
Facebook
 
 
 
Whatsapp
Whatsapp
 
😀 Ciao! Scrivi il tuo messaggio e verrai indirizzato su Whatsapp.